Loading...
Servisan migliori aritmologi campania e provincia

FAQ

  • Tachicardia parossistica, la diagnosi può essere fatta con un semplice elettrocardiogramma?
    • VERO. Quando l’aritmia è in atto. Alcune volte l’elettrocardiogramma può dare informazioni anche quando l’aritmia non è presente in quel momento. Più spesso, per registrare la tachicardia è necessario un monitoraggio elettrocardiografico delle 24 ore (ECG Holter) oppure un registratore di eventi (event-recorder).

  • L’ablazione trans-catetere è dolorosa?
    • L'ablazione trans-catetere non comporta alcun dolore per il paziente perché viene solitamente effettuata utilizzando anestetici locali, associati a sedativi che addormentano il paziente.

  • Durante la gravidanza, si può continuare ad assumere i farmaci per la tachicardia parossistica?
    • FALSO. Durante la gravidanza quasi tutti questi farmaci diventano pericolosi per il feto ed è necessario sospenderne l’assunzione

  • È vero che i farmaci non servono in caso di tachicardia parossistica?
    • FALSO. Diversi farmaci, quali i beta-bloccanti, i calcio-antagonisti o altri antiaritmici possono essere utilizzati per evitare il ripresentarsi delle tachicardie parossistiche.

  • Quali sono i sintomi della tachicardia parossistica?
    • I sintomi della tachicardia parossistica sono:

      • perdita di coscienza (sincope)
      • capogiro
      • affanno
      • dolore al petto o al collo
      • improvviso stimolo ad urinare
  • Il “batticuore” è un sintomo di tachicardia parossistica?
    • VERO. Il cardiopalmo, ovvero il “batticuore”, è uno dei sintomi della tachicardia parossistica

  • Dalle tachicardie parossistiche non si guarisce?
    • FALSO. Grazie all’ablazione trans-catetere, nel 95% dei casi è possibile guarire completamente

  • Le consulenze possono essere richieste direttamente alle strutture cliniche dove operate?
    • Per motivi organizzativi sarebbe preferibile richiedere la specifica consulenza attraverso i canali dedicati: contatto telefonico presso la nostra segreteria o direttamente attraverso l'apposita sezione prenotazioni presente sul sito.

       

      Contatti segreteria:  081 5150968 - 081 5156948   (orari ufficio: lun-ven dalle ore 9:00 alle ore 18:00).

       

       

  • Devo sospendere alcuni farmaci prima del ricovero?
    • Alcuni farmaci vengono sospesi, a seconda del tipo di ricovero.

       

      In caso di ricovero per Studio Elettrofisiologico e/o Ablazione:  solitamente vengono sospesi i farmaci antiaritmici (ad es: Flecainide, Propafenone, Sotalolo, Atenololo, Metoprololo, Bisoprololo, Carvedilolo, Lobivololo, Dronedarone, Verapamil, Diltiazem). La sospensione deve avvenire mediamente 3-4 gg prima del ricovero.

      In caso di ricovero per Impianto di Pace-Maker o Defibrillatore:  solitamente vengono sospesi i farmaci anticoagulanti (Coumadin, Sintrom, Xarelto, Eliquis, Pradaxa) e talvolta anche i farmaci antiaggreganti (Cardioaspirina, Plavix, Clopidogrel Brilique, Efient, Duoplavin, Tiklid, Ticlopidina). La sospensione deve avvenire mediamente 1-2 gg prima per gli anticoagulanti, 7 gg prima del ricovero per gli antiaggreganti.

      In caso di ricovero per Cardioversione Elettrica: solitamente NON bisogna sospendere alcun farmaco

      NB: Le suddette informazioni sono solo orientative e si prega di fare stretto riferimento alle indicazioni rilasciate dal nostro gruppo al momento della telefonata di conferma del ricovero.

      Per ogni dubbio, contattare la nostra segreteria allo 081 5150968 - 081 5156948

Torna su