Loading...
Servisan migliori aritmologi campania e provincia

NEWS

Fibrillazione atriale e flutter: la storia di Pasquale e la forza della speranza
3 luglio 2018
Fibrillazione atriale e flutter: la storia di Pasquale e la forza della speranza
Pasquale da anni soffriva di flutter e fibrillazione atriale. Nonostante avesse subìto tre interventi, continuava a stare male. Sfiduciato ma con la volontà di migliorare la sua qualità di vita, si è rivolto al dottor Giuseppe De Martino, aritmologo e direttore del gruppo Servisan, che lo ha sottoposto a un'ablazione ibrida. Adesso Pasquale è tornato a sorridere e ha ripreso tutte le sue normali a....
Scompenso cardiaco, la storia di Maria: un defibrillatore speciale per ricominciare a vivere
3 maggio 2018
Scompenso cardiaco, la storia di Maria: un defibrillatore speciale per ricominciare a vivere
A causa di uno scompenso cardiaco, Maria aveva dovuto sottoporsi a intervento per impiantare un pacemaker, ma continuava a stare male, aveva affanno anche con piccoli sforzi. A distanza di pochi anni, Maria si rivolge a Servisan, dove l’aritmologo e direttore del gruppo, il dottor Giuseppe De Martino propone l’impianto di un defibrillatore biventricolare in sostituzione del pacemaker. A una sola s....
Cosa succede se il pacemaker perde colpi?
6 marzo 2018
Cosa succede se il pacemaker perde colpi?
Il paziente, portatore di pacemaker, arriva in pronto soccorso perché ha avuto una sincope. Cosa è successo? Il defribillatore ha perso colpi, ma dopo essere stato riprogrammato, "torna a ritmo". Il paziente sta di nuovo bene e torna a casa dopo solo qualche ora in pronto soccorso.
Cardiomiopatia ipertrofica: cercare cure eccellenti al nord e trovarle invece vicine a casa
6 marzo 2018
Cardiomiopatia ipertrofica: cercare cure eccellenti al nord e trovarle invece vicine a casa
Storia di un viaggio dalla Campania alla Lombardia...e ritorno. Il signor Massimo soffre di cardiomiopatia ipertrofica dal 2004. Inizialmente è stato sottoposto a due ablazioni a Milano e dopo alcuni anni ha dovuto mettere il defibrillatore. Con l'intervento il problema però non si è risolto: continua ad avere affanno anche svolgendo azioni quotidiane come salire pochi gradini o indossare il pigi....
Infezione al defibrillatore sottocutaneo: storia a lieto fine
6 marzo 2018
Infezione al defibrillatore sottocutaneo: storia a lieto fine
Il signor Paolo ha un defibrillatore sottocutaneo, la tasca che lo contiene ha subito un'infezione ed è stato ricoverato in ospedale. In seguito è stato trasferito a Bari presso la Clinica Santa Maria di Bari dove ha incontrato l'equipe medica diretta dal dottor Giuseppe De Martino che l'ha seguito e ha risolto la problematica.
Torna su